L’eccellenza del vino

Riposano in un luogo nascosto in fondo all’antico castello e fanno sospirare di piacere ogni intenditore di vino. Una considerevole quantità di vini tra i più pregiati, nobilitano ulteriormente le venerande mura d’altri tempi.

Il paesaggio tutt’intorno lascia presagire cosa sta maturando silenzioso ed eccelso nelle viscere del Castel Zum Steinbock.

Tra i territori germanofoni l’Alto Adige è quello con la vocazione vitivinicola più antica. Già più di 2000 anni fa, la popolazione locale discuteva con gli antichi Romani sull‘arte della coltivazione e della pigiatura dell’uva. Oggi ne danno testimonianza le colture dolcemente collinari, dove maturano uve pregiate che serviranno a produrre vini eccezionali, e una “stanza del tesoro” di tutto rispetto, in cui sono custodite cotante preziose prelibatezze: la grande e tuttora intatta cantina della Residenza Zum Steinbock.

Bacco sarebbe al settimo cielo

Il Castel Zum Steinbock cura e mantiene una carta dei vini che non ha eguali. Oltre 800 etichette provenienti da tutto il mondo sono custodite nelle profondità nascoste delle mura nobiliari risalenti al XV secolo. Come si può notare, la famiglia Rabensteiner rende omaggio in particolare alla cultura vitivinicola dell’Alto Adige. Ma sulla carta, più che generosa, si possono trovare anche pregiate etichette provenienti da Francia, Toscana e Piemonte oltre alle specialità californiane e cilene. Visitare l‘Hotel e Restaurant Gourmet Castel Zum Steinbock merita già solo per il piacere di assaggiare i vini pregiati.

Per entrambi i sommelier della casa, è sempre un piacere catturare gli ospiti con degustazioni di vini e formaggi. E a chi si sente più affine a malto e luppolo, il sommelier della birra svelerà tutti i segreti della bionda bevanda fresca e spumosa.

Back to top

Dream royal

Camere e Suite

Vacanza nel castello

Prezzi

Servizi inclusi

Speciali

Offerte

Buoni

Vacanza Gourmet

Richiesta

Prenotazione online

In montagna

Arrivo

Meteo

Impressioni